Come richiedere e ottenere il PIN dell’Agenzia delle Entrate

image_pdfimage_print

L’Agenzia delle Entrate offre ai contribuenti (persone fisiche, società, enti e associazioni, e cittadini italiani residenti all’estero) una serie di servizi fiscali utilissimi.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile dichiarare, versare, registrare, consultare e calcolare, risparmiando tempo ed evitando code in ufficio.

Nei prossimi capitoli di questa guida ti forniremo tutte le informazioni utili sull’argomento, e spiegheremo nel dettaglio come fare per richiedere e ottenere il PIN dell’Agenzia delle Entrate, e accedere ai sevizi Fisconline.

Due distinti canali di accesso per due distinte categorie di soggetti

Entratel è il canale telematico riservato a:

  • intermediari (fra i quali i dottori commercialisti)
  • Pubbliche Amministrazioni
  • contribuenti, società ed enti che devono presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta (mod. 770 semplificato) per più di 20 soggetti

Fisconline è il canale telematico riservato a:

  • tutti i contribuenti persone fisiche (compresi i cittadini italiani residenti all’estero) che non hanno i requisiti per essere abilitati a Entratel
  • società ed enti che presentano la dichiarazione dei sostituti d’imposta (mod. 770 semplificato) per un numero massimo di 20 soggetti

In questa guida spiegheremo come fare per richiedere e ottenere il PIN per accedere ai sevizi Fisconline.

Cosa si può fare con il codice PIN

I contribuenti in possesso del codice PIN (Personal Identification Number, cioè numero di identificazione personale) possono accedere ai servizi fiscali dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando il canale loro dedicato fra i due (Entratel e Fisconline) che abbiamo appena descritto, e dunque possono:

  • accedere alla “dichiarazione precompilata”
  • pagare imposte, tasse e contributi
  • inviare la dichiarazione dei redditi e altri documenti
  • registrare un contratto di locazione
  • verificare la cancellazione dell’ipoteca sul proprio immobile
  • accedere al Cassetto fiscale
  • comunicare le coordinate del proprio conto (bancario o postale) per l’accredito dei rimborsi
  • ricevere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità e cartelle di pagamento (Civis)

Cosa c’è nel Cassetto fiscale

I contribuenti in possesso del PIN dell’Agenzia delle Entrate possono, fra l’altro, accedere al Cassetto fiscale e consultare:

  • le dichiarazioni fiscali presentate
  • i dati catastali dei propri immobili
  • i versamenti che effettuati con i modelli F23 ed F24
  • gli atti registrati
  • i dati dei rimborsi
  • le informazioni e i dati relativi agli studi di settore.

Tre modi per richiedere e ottenere il codice PIN per accedere a Fisconline

1 – Richiedere il PIN online

Accedi alla pagina di registrazione ai servizi telematici (https://telematici.agenziaentrate.gov.it/Abilitazione/richiestaPin.jsp).

In base alla voce che ti riguarda, ti verranno richiesti alcuni dati personali, quindi procurateli prima di iniziare la registrazione:

  • Persone fisiche
    • Codice fiscale
    • Ultimo modello di dichiarazione presentata
      • Nessuno (compreso CUD)
      • 730
      • Redditi persone fisiche
    • Modalità con cui è stata presentata l’ultima dichiarazione
      • Sostituto/Intermediario
      • Poste
      • Servizi telematici
      • Ufficio Agenzia Entrate
    • Reddito complessivo (senza decimali e senza punti
  • Società, Enti e Associazioni (in tal caso, il legale rappresentante, persona fisica, deve già risultare registrato a Fisconline o Entratel; in caso contrario deve prima provvedere a presentare la propria richiesta di registrazione)
    • Codice fiscale del legale rappresentante, persona fisica già registrata a Fisconline o Entratel
    • Codice PIN già assegnato al legale rappresentante oppure, in alternativa, solo per gli utenti Fisconline, è possibile indicare il numero attribuito alla domanda di abilitazione al servizio presentata dal legale rappresentante

Inseriti i dati richiesti, riceverai subito la prima parte del codice PIN.

La password iniziale e la seconda parte del codice PIN saranno inviate per posta al tuo domicilio.

Se possiedi la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), invece, il sistema ti fornirà direttamente il codice PIN completo e la password iniziale.

I cittadini italiani residenti all’estero, devono inviare al Consolato di riferimento, via email o tramite fax, copia della richiesta del codice PIN insieme a quella di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il Consolato provvederà a validare la richiesta.

Se la richiesta è accettata, il Consolato recapiterà al richiedente le prime 4 cifre del codice PIN, la password per il primo accesso all’area riservata dei servizi telematici e le istruzioni per ottenere la seconda parte del codice PIN.

I soggetti temporaneamente non residenti nel territorio dello Stato e non iscritti all’Anagrafe dei cittadini italiani residenti all’estero (A.I.R.E.), dopo aver inoltrato, tramite email o fax, copia della richiesta del codice PIN al Consolato di riferimento, vi si dovranno recare personalmente muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Il Consolato provvederà a validare la richiesta.

Se la richiesta è accettata, il Consolato consegnerà al richiedente le prime 4 cifre del codice PIN, la password per il primo accesso all’area riservata dei servizi telematici e le istruzioni per ottenere la seconda parte del codice PIN.

Ciò premesso, ai i cittadini italiani residenti all’estero e quelli iscritti all’A.I.R.E. è richiesto di inserire il codice fiscale, il numero di telefono (facoltativo), l’indirizzo, la città, il codice di avviamento postale (facoltativo), e di selezionare il Consolato di riferimento.

Dopodiché, sarà loro richiesto di inserire i dati specificati sopra in riferimento alle persone fisiche.

2 – Richiedere il PIN con l’app per smartphone e tablet

Con l’app AgenziaEntrate per smartphone e tablet, scaricabile gratuitamente dal sito Internet (https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/l-app-dell-agenzia) oppure dai principali store, è possibile richiedere e ottenere il codice PIN per accedere a Fisconline, inserendo i dati che abbiamo elencato nel paragrafo precedente.

3 – Richiedere il PIN in ufficio presso la sede provinciale dell’Agenzia delle Entrate

Presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate, se richiedi personalmente l’abilitazione, devi presentare un documento di identità per ottienere subito la prima parte del codice PIN, la password iniziale e le istruzioni per prelevare la seconda parte del codice PIN dal sito dell’Agenzia.

Se richiedi l’abilitazione tramite delegato, l’ufficio gli consegnerà la prima parte del codice PIN.

La seconda parte, insieme alla password iniziale, ti sarà inviata per posta al tuo domicilio.

Attenzione

Il codice PIN è strettamente personale, va custodito con cura e non ceduto a terzi.

Condividi questo articolo:
error

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici :)